COLLABORAZIONI E SINERGIE
CON IL CENTRO POLIFUNZIONALE
DON CALABRIA

Il Centro Polifunzionale Don Calabria Area della Disabilità, presso cui ha una delle sedi operative la nostra Fondazione

Nello Statuto della Fondazione sono previste anche altre attività socio-educative ed assistenziali a favore delle persone colpite da disabilità, anche in collaborazione con altri soggetti, che ora sono in fase di avvio, sperimentazione, programmazione. Esse riguardano per ora i seguenti ambiti. Tuttavia è particolarmente significativa per la Fondazione la sinergia e la collaborazione con il Centro Polifunzionale Don Calabria – che è Sede Operativa dell’Area della Disabilità dell’Istituto Don Calabria – e che riguarda le attività seguenti.

centri DIURNI
Servizi Socio-Educativo ed Assistenziali

Gli ospiti della Comunità Alloggio “La Nostra Casa” e del Gruppo Appartamento “San Marco” hanno l’opportunità di frequentare i Centri Diurni del Centro Polifunzionale Don Calabria. Si tratta di una serie di servizi socio educativi e riabilitativi per disabili adulti, strettamente collegati alle altre 3 aree del Centro (Riabilitativa, Formativa, Sportiva) per garantire interventi e progetti integrati coerenti con i bisogni delle persone inserite. Sono attualmente disponibili 3 Centri Diurni che promuovono attività diversificate a seconda del profilo di gravità della persona, complessivamente per circa 90 persone. I frequentanti il Centro Diurno per Disabili sono persone di entrambi i sessi con una disabilità psico-fisica di grado medio-grave e gravissima di età superiore ai 18 anni, provenienti dal territorio di Verona e provincia. Gli spazi (interni ed esterni) del servizio sono articolati in modo da garantire alle persone che ne usufruiscono, un ambiente sereno, una efficace ed efficiente risposta ai bisogni e l’assenza di barriere architettoniche.

Il personale complessivamente impegnato in tali servizi per disabili adulti è composto da Educatori, Operatori di assistenza, Istruttori tecnici esperti in diverse discipline, ed una serie di Volontari che garantiscono un valore aggiunto indispensabile sul piano delle relazioni umane ed affettive.

L’obiettivo del Centro Diurno Disabili è quello di offrire alla persona adulta con disabilità un ambiente con un clima relazionale positivo e di ascolto che favorisca il mantenimento e lo sviluppo di abilità nell’ambito cognitivo, dell’autonomia personale, sociale, affettiva e occupazionale (dove è possibile) attraverso specifici laboratori ed attività di socializzazione, in un’ottica di visione adulta e responsabile.

Il servizio del Centro Diurno Disabili quindi, si propone di raggiungere i seguenti obiettivi:
– promuovere un intervento che garantisca alla persona con disabilità una buona qualità di vita;
– realizzare un progetto individualizzato che proponga interventi socio-assistenziali e psico-relazionali, articolandoli e integrandoli tra di loro in maniera unitaria in un’ottica di promozione del benessere della persona;
– soddisfare i bisogni delle persone che necessitano del servizio diurno: bisogno occupazionale, bisogno educativo, bisogno assistenziale, bisogno di autonomia, bisogno relazionale, di socializzazione e di integrazione sociale e bisogno di scoprire, manifestare e mantenere l’identità di persona adulta;
– incentivare la diversificazione degli interventi al fine di aumentare la flessibilità della rete dei servizi nel rispondere al mutare dei bisogni della persona disabile;
– sviluppare le capacità occupazionali e potenziarle in rapporto alle attitudini personali e promuovere le potenzialità e abilità della persona sul piano cognitivo, relazionale, sociale, creativo;
– dare la possibilità di vivere il più autonomamente possibile i percorsi diurni protetti, favorendo in ogni persona il mantenimento e lo sviluppo delle proprie autonomie, le relazioni sociali e interpersonali con il contesto e l’ambiente di appartenenza.

È presente un servizio di informazione, di orientamento e di consulenza rivolto alle persone frequentanti il Centro diurno per disabili alle loro famiglie.
Il Coordinatore e gli operatori collaborano al fine di programmare, realizzare e verificare i progetti predisposti in collaborazione con ogni singola persona e/o i suoi familiari.
Con il gruppo di lavoro collaborano inoltre una psichiatra, un psicologo, una fisiatra, un’assistente sociale, fisioterapisti e logopedisti dell’Area Riabilitativa e una persona addetta alla segreteria.
Il connubio riabilitativo, inteso come intervento quotidiano, è garantito dagli operatori in collaborazione con gli specialisti.

I Centri diurni per disabili, sulla base di progetti individuali aggiornati costantemente in base all’evoluzione dei bisogni della singola persona, offrono diverse opportunità che mirano al raggiungimento di un identità adulta attraverso le seguenti attività:

  • Attività creativa – realizzazione di oggetti artigianali;
  • Attività occupazionale – assemblaggio di minuteria industriale
  • Attività di falegnameria – realizzazione di oggetti in legno
  • Attività agricola – floricoltura ed orticoltura biologica ed erboristeria;
  • Attività di Comunicazione adattata – percorsi finalizzati all’individuazione di modalità alternative di relazione, stimolazione sensoriale e relazionale diversificata.

ATTIVITA’ MOTORIE E SPORTIVE

Tale attività ha la finalità di
– promuovere l’integrazione fra persone con diversi gradi di abilità creando contesti di attività sportiva, motoria e ludica caratterizzati da accessibilità, professionalità e accoglienza;
– migliorare il benessere globale delle persone con disabilità, attraverso l’attività sportiva, motoria e fisica adattata;
– integrare le attività socio-sanitarie diurne per persone con disabilità.

riabilitazione integrale

L’attività della Fondazione si ispira al modello biopsicosociale, perseguendo il superamento dell’idea della disabilità come “limite” o come “quantificazione del danno” o come “perdita di opportunità” per rivolgersi invece alla promozione delle capacità, dell’autonomia e della partecipazione sociale, promuovendo altresì il ruolo della famiglia e dei caregivers.
In questo senso le iniziative di diverso ambito (socio-sanitario, formativo, lavorativo) concorrono alla “riabilitazione integrale” della persona e tra esse va inclusa anche la riabilitazione fisiatrica e neuropsicologica che – grazie alla sinergia con il Centro Polifunzionale Don Calabria – è possibile realizzare per coloro che prendono parte alle attività descritte.

transizione al lavoro

Le attività finalizzate alla transizione al lavoro delle persone con disabilità possono avvalersi della collaborazione con Medialabor, Servizio per il lavoro che, ai sensi dell’art. 25 LR 3/2009 e DGR 2238 del 20/12/2011 della Regione Veneto, fa parte della rete dei servizi pubblici e privati accreditati che si occupano dell’accompagnamento al lavoro e che ha sede presso il Centro Polifunzionale Don Calabria.
Tale sinergia favorisce anche l’avvio di attività innovative, a cui la Fondazione sta attualmente lavorando, rivolte ad esempio ai giovani colpiti da un improvviso evento invalidante, che si trovano a dover affrontare una nuova vita, costruire un nuovo futuro, acquisire nuove competenze ed autonomie per organizzare la propria quotidianità.
Anche nello sviluppo di tali attività la Fondazione interagisce con gli Enti pubblici locali.

INCONTRI FORMATIVI

LA LIBERTA’ VIZIATA

dLe dipendenze non investono solo la singola persona ma hanno ricadute molto più ampie coinvolgendo tutto il nucleo famliare e poi la società. Esse non riguardano solo l’uso di sostanze stupefacenti note e meno note, ma anche alcool, pornografia, pedofilia, prostituzione, gioco d’azzardo, uso compulsivo dello smartphone e social.

Per analizzare queste tematiche complesse che investono diversi ambiti dela società, dalla famglia alla scuola, dagli operatori agli enti preposti, l’Associazione MEVD – Movimento Europeo per la difesa della vita e della dignità umana, ha promosso, con la collaborazione della “Delegazione Europea Don Giovanni Calabria” e della “Fondazione don G. Calabria – don Luigi Pedrollo” un ciclo di incontri aperti a tutti gli interessati, dal 20 settembre 2019 al 17 aprile 2020, come da programma esposto su locandina a fianco, presso il Centro Polifunzionele Don Calabria in Via S. Marco, 121 – Verona.

La presentazione di questa iniziativa è avvenuta presso Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona, ed è sotto riportata.